Ippocrate e la teoria degli umori
Banner

Astrologia

Home Storia dell'astrologia Ippocrate e la teoria degli umori

Ippocrate e la teoria degli umori

Storia dell'astrologia

Ippocrate

Ippocrate (nato a Coo nel 460 a.C. circa), viene considerato il "padre" della medicina al punto che, ancora oggi, medici, odontoiatri e veterinari prestano un giuramento, prima di intraprendere la professione, che gli è attribuito, il cosiddetto: "giuramento di Ippocrate".

Il suo pensiero medico partiva dal presupposto che la malattia e la salute di una persona dovevano dipendere dalla persona stessa e non da superiori interventi divini.

Per tale ragione, si dedicò all'anatomia ed allo studio dei sintomi delle malattie divenendo protagonista della storia della medicina.

Da un punto di vista filosofico, egli sostenne la "teoria umorale" o "degli umori", secondo la quale il nostro corpo sarebbe governato da quattro umori di qualità diversa corrispondenti ai quattro elementi fondamentali (Aria, Acqua, Fuoco e Terra) che costituiscono la realtà: sangue, bile gialla, bile nera e flegma.

Tale idea, ebbe origine dal pensiero filosofico greco di Empedocle e dei filosofi cosiddetti "presocratici", cioè venuti prima di Socrate.

Tra essi, ricordiamo, Alcmeone di Crotone, un medico e filosofo del quinto secolo a. C, che sosteneva che:

"la salute dura finché i vari elementi, umido-secco, freddo-caldo, amaro-dolce, hanno uguali proporzioni, e che le malattie vengono quando uno prevale sugli altri. Il prevalere dell'uno o dell'altro elemento, dice, è causa di distruzione. La salute è l’armonica mescolanza delle qualità opposte".

Ippocrate cercò di estendere la teoria degli umori alla natura umana, ritenendo, come Alcmeone, che quando gli elementi sono in equilibrio ci infondono salute e, al contrario, quando non sono in armonia possono condurci alla malattia.

Il Fuoco corrisponderebbe alla bile gialla (detta anche collera), che ha sede nel fegato.
La Terra corrisponderebbe alla bile nera, che ha sede nella milza.
L'Aria corrisponderebbe al sangue, la cui sede è il cuore.
L'Acqua corrisponderebbe alla flemma (o flegma) che ha sede nella testa.

I quattro elementi evidenziati dalla tradizione platonica e aristotelica, in questo modo, darebbero, inoltre, luogo a quattro temperamenti (flegmatico, melanconico, collerico e sanguigno), quattro sotto-elementi o qualità elementari (freddo, caldo, secco, umido), quattro stagioni (primavera, estate, autunno ed inverno) e quattro fasi della vita (infanzia, giovinezza, maturità e vecchiaia).

Gli umori, inoltre, sono soggetti a prevalere o a diminuire a seconda dei momenti della giornata, delle stagioni e delle età della vita. Il sangue, ad esempio, prevale in primavera, la collera in estate, la flemma in autunno e la bile nera in inverno.

Oltre alle applicazioni dell'astrologia medica e salute del corpo umano fisico, la teoria umorale di Ippocrate ha anche una valenza psicologia: l'eccesso di uno dei quattro umori definirebbe un carattere, un temperamento e insieme la costituzione fisica.

Le possibilità che gli elementi hanno di combinarsi fra loro costituiscono quindi, secondo questa teoria, la spiegazione dei numerosi caratteri e personalità che possiamo riscontrare nella natura umana.

Fu Galeno, medico vissuto tra il primo e il secondo secolo dopo Cristo, a sviluppare la teoria umorale con una metodologia scientifica (per l'epoca) attraverso studi scientifici basati sull'osservazione di cadaveri morti di morte violenta (ad esempio in battaglia).

Egli sostenne che il principio fondamentale della vita (che il pensiero greco associava al pneuma, cioè al soffio vitale) risiedesse nel sangue.

Soltanto nel Cinquecento, con Paracelso, si iniziò a ricercare un collegamento tra la chimica e la medicina.

 

 

 

Torna a Storia dell'astrologiaAstrologia zodiaco oroscopo

 

 



     

    Aggiungi commento


    Codice di sicurezza
    Aggiorna


    Lunedi, 6 dicembre 2021
    ✝ IMPORTANTE Avviso ai lettori ✝

    informazioni-su-oroscopi

    AVVISO di navigazione per gli utenti interessati all'oroscopo  Qui troverai l'oroscopo del mese e dell'anno, ma abbiamo deciso di eliminare molti strumenti e spiegazioni.

    Chi cerca l'oroscopo vorrebbe capire meglio sia la situazione che sta vivendo sia come andrà nel futuro prossimo o anche come saranno le prossime annate. Conoscendo il futuro puoi sapere quando è bene investire, quando è bene vendere, iniziare una storia d'amore... tutto quello che ti pare...

    Tuttavia, sappi che non ti servirà a nulla perché chi ha creato i pianeti e dato ordini al tempo non permetterà che tu abbia più di quanto ti spetta, che è quanto ha stabilito per il tuo bene.
    La società moderna ci insegna a fare la furbata, ma poi paghi pegno... non si può uscire dalla porzione che ti è stata assegnata, non avrai una fetta di torta in più, perché c'è un Dio nel cielo che non lo permette... chi ha creato tutte le cose non lo permette... quindi... se sei su questo sito sei abbastanza intelligente da capire che se un astro influenza la tua vita è solo perché esiste ed è vivente chi ha creato questo astro... il compito di una persona saggia è quindi quello di rendere grazie al Creatore e non certo rivolgersi agli astri sperando di passare oltre alla Sua volontà cercando il sostegno astrale. Sta, invece, scritto in Giovanni 3:27: "l'uomo non può ricevere cosa alcuna, se non gli è data dal cielo".
    Il consiglio quindi è quello di abbandonare la strada malvagia e di lasciar perdere l'oroscopo, la divinazione e tutto quello che riguarda la previsione degli eventi, perché il futuro deve essere amministrato solo dal Creatore e quando gli uomini si mettono in mezzo fanno solo grossi danni... soprattutto a se stessi!!! perché l'uomo che pensa di fare qualcosa senza l'aiuto del Creatore è destinato a fallire ed a mandare in rovina se stesso e tutto ciò che lo circonda...
    Lascia perdere l'oroscopo e avvicinati al tuo Creatore. Gesù disse: chiedi e ti sarà dato, quindi non c'è davvero bisogno di rivolgersi ai pianeti. Abbi fede.

    Banner
    Banner
    Banner
    Banner
    Banner
    Banner