Pitagora e la numerologia
Banner

Astrologia

Home Storia dell'astrologia Pitagora e la numerologia

Pitagora e la numerologia

Storia dell'astrologia

Pitagora e il tetraktysSecondo la storia ufficiale, Pitagora, nato a Samo, piccola isola della Grecia nel mar Egeo, nel 575 a.C., noto per il famoso teorema di Pitagora, è stato un matematico e filosofo, fondatore della scuola dei pitagorici, a Crotone.

In realtà, la vita di Pitagora è avvolta nel mistero e di lui sappiamo pochissimo, ma molto ci è rimasto in merito alla concezione pitagorica secondo la quale l'intero universo è costituito da numeri.

La filosofia, infatti, ha preso piede nella storia della matematica, sin dall'antichità e ha stimolato la ricerca di numeri che fungessero da chiave "cosmologica", ovvero che aiutassero a comprendere l'universo.
Per Pitagora, questi numeri erano raffigurabili attraverso un ente geometrico simbolico: il tetraktys, che rappresentava la successione dei primi quattro numeri e costituiva l'emblema dell'armonia e del cosmo.

Alla scuola dei pitagorici, è anche attribuito il collegamento simbolico con i quattro elementi, ad opera di Filolao (470 a.C. - 390 a.C.), un pitagorico della seconda generazione che avrebbe fatto coincidere i quattro livelli del tetraktys ai quatro elementi della tradizione filosofica (Fuoco, Terra, Aria e Acqua), ordinati in virtù del loro peso.
In cima il fuoco, l'elemento più leggero, poi l'aria, poi l'acqua ed infine la terra secondo questo schema:
 

Punto, linea, superficie piana e spazio



fuoco1) Il (primo) punto, o punto superiore, che rappresenta l'unità fondamentale, la compiutezza, la totalità, e simbolicamente viene fatto coincidere con l'elemento Fuoco.



segno d'aria2) I due punti, che rappresentano una linea e la dualità, gli opposti complementari, il femminile e il maschile, e, simbolicamente vengono fatti coincidere con l'elemento Aria.



segno di acqua3) I tre punti, che rappresentano la superficie piana, la misura dello spazio e del tempo, la dinamica della vita, la creazione, e, simbolicamente, vengono fatti concidere con l'elemento Acqua.



terra4) I quattro punti, che rappresentano lo spazio, la materialità, gli elementi strutturali e, simbolicamente, vengono fatti coincidere con l'elemento Terra.



In definitiva, con Pitagora ed i pitagorici si assiste al primo ambizioso tentativo, che verrà ripreso da Socrate, Platone ed Aristotele, di ricondurre ad unità il pensiero filosofico con la matematica.


Un altro esempio, oltre a quello del tetraktys, è quello dello gnomone, un orologio solare la cui forma ricorda quella di una elle. Per Erodoto, il "padre" della Storia, lo gnomone fu originariamente uno strumento astronomico proveniente dalla Mesopotamia, e successivamente pervenuto nel mondo greco.
Nella tradizione pitagorica, invece, lo gnomone rappresenta molto di più: è un concetto matematico relativo ai numeri quadrati, cioè quei numeri che si moltiplicano per loro stessi, ma il nome da cui deriva è il termine "Gnomè", che indica la conoscenza e il divenire. E cioè proprio il fine ultimo della filosofia.

Da questo collegamento, tra la matematica e la filosofia, nacque anche la numerologia, cioè lo studio della possibile relazione, che successivamente venne definita "esoterica" tra i numeri e l'universo.
In origine, infatti, la numerologia e la cosiddetta "divinazione numerologica" erano pratiche molto popolari fra i primi matematici come Pitagora, ma, con l'ampliarsi di questa disciplina ed il suo rivolgersi verso il mondo mistico, non fu più considerata parte della matematica.

 

 

Torna a Storia dell'astrologiaAstrologia zodiaco oroscopo

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Domenica, 7 marzo 2021
✝ IMPORTANTE Avviso ai lettori ✝

informazioni-su-oroscopi

AVVISO di navigazione per gli utenti interessati all'oroscopo  Qui troverai l'oroscopo del mese e dell'anno, ma abbiamo deciso di eliminare molti strumenti e spiegazioni.

Chi cerca l'oroscopo vorrebbe capire meglio sia la situazione che sta vivendo sia come andrà nel futuro prossimo o anche come saranno le prossime annate. Conoscendo il futuro puoi sapere quando è bene investire, quando è bene vendere, iniziare una storia d'amore... tutto quello che ti pare...

Tuttavia, sappi che non ti servirà a nulla perché chi ha creato i pianeti e dato ordini al tempo non permetterà che tu abbia più di quanto ti spetta, che è quanto ha stabilito per il tuo bene.
La società moderna ci insegna a fare la furbata, ma poi paghi pegno... non si può uscire dalla porzione che ti è stata assegnata, non avrai una fetta di torta in più, perché c'è un Dio nel cielo che non lo permette... chi ha creato tutte le cose non lo permette... quindi... se sei su questo sito sei abbastanza intelligente da capire che se un astro influenza la tua vita è solo perché esiste ed è vivente chi ha creato questo astro... il compito di una persona saggia è quindi quello di rendere grazie al Creatore e non certo rivolgersi agli astri sperando di passare oltre alla Sua volontà cercando il sostegno astrale. Sta, invece, scritto in Giovanni 3:27: "l'uomo non può ricevere cosa alcuna, se non gli è data dal cielo".
Il consiglio quindi è quello di abbandonare la strada malvagia e di lasciar perdere l'oroscopo, la divinazione e tutto quello che riguarda la previsione degli eventi, perché il futuro deve essere amministrato solo dal Creatore e quando gli uomini si mettono in mezzo fanno solo grossi danni... soprattutto a se stessi!!! perché l'uomo che pensa di fare qualcosa senza l'aiuto del Creatore è destinato a fallire ed a mandare in rovina se stesso e tutto ciò che lo circonda...
Lascia perdere l'oroscopo e avvicinati al tuo Creatore. Gesù disse: chiedi e ti sarà dato, quindi non c'è davvero bisogno di rivolgersi ai pianeti. Abbi fede.

Banner
Banner
Banner
Banner
Banner
Banner